Mostra fotografica dall’8 Agosto 2010 al 15 agosto 2010

Una volta da bambini mentre giocavamo a girotondo, dicevamo: “Cevetelle Casanova casche n’ derre e n’ n z’ artrove, s’ s’artrove n’ pezzitte, Cevetelle è n perchitte”. Tradotto: “Civitella Casanova casca per terra e non si ritrova, se si trova un pezzetto, Civitella è un porchetto”.

Un detto che a 15 mesi dal terremoto del 6 Aprile 2009, torna ad essere attuale più che mai. Il terremoto non si è portato via solo un pezzo di semplice muro ma molto di più. La chiesa madre, il campanile e il centro storico sono stati da sempre i nostri riferimenti, la nostra identità. Una memoria storica costituita non solo dai luoghi ma anche dalle persone che hanno vissuto e vivono a Civitella.

La mostra “Civitella di ieri” si presenta come un piccolo contenitore di ricordi, dove ricercare le comuni origini.

Al Sig. Francesco Granchelli un particolare e sentito ringraziamento non solo per la preziosissima collaborazione, ma per l’ amore incondizionato che nutre per il nostro paese.

Alberto Longo